N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 157° Febbraio 2024 Anno XIV° Salvo accordi scritti, le collaborazioni con RomaMeeting.it, sono a titolo gratuito e non retribuite.  

PROSTITUZIONE, SANTORI: MARCE INDIETRO, ERRORI E SCUSE

Roma è alla mercè di incompetenza e improvvisazione. Si continua a distogliere l’attenzione sul nulla della giunta Marino

PROSTITUZIONE, SANTORI: MARCE INDIETRO, ERRORI E SCUSE

“Ricorderemo il sindaco Marino per il suo immobilismo, per le periferie lasciate all’incuria e per una città alla mercé di illegalità, degrado e abusivismo. E poi ricorderemo l’altro Marino, quello delle idee folli, delle scuse, gli errori, le continue marce indietro. Il sindaco degli atti ideologici e strumentali che poco hanno a che vedere con il ruolo e i compiti propri di un amministratore di una città. Quello delle trascrizioni illegali, della raccolta dei rifiuti ai nomadi e di zone a luci rosse che rappresentano solo perdite di tempo e di risorse, proposte atte solo a distogliere l’attenzione sul nulla della sua Giunta e del suo operato. E’ un Sindaco incompetente e improvvisato, in tutti i sensi”, così in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio, il 9 Febbraio 2015.


 

Le aree  a luci rosse a Roma "non si possono fare perchè significherebbe ammettere la prostituzione, cioè dire che è lecita. Nel momento in cui si indicano delle zone si configura il favoreggiamento, cioè indurre la prostituzione in quelle zone". Questo è il monito del prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro in merito all’iniziativa del presidente del XI Municipio della Capitale di creare all’Eur dei quartieri a luci rosse. Pecoraro ha inoltre aggiunto:  "Per cambiare la situazione servirebbe una legge diversa.  È una materia molto delicata, per cui servirebbe sicuramente un dibattito in parlamento e in commissione parlamentare per arrivare a una normativa che modifichi la legge Merlin".

Intanto, Forza Italia ha fatto sapere che presenterà alla Procura di Roma un esposto contro il sindaco di Roma Ignazio Marino, il presidente del IX Municipio Andrea Santoro e il comandante dei vigili della Capitale Raffaele Clemente sull'intenzione di creare nel quartiere Eur le aree a luci rosse.

Pubblicato: 10/02/2015
Share:


Ultime interviste