N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 157° Febbraio 2024 Anno XIV° Salvo accordi scritti, le collaborazioni con RomaMeeting.it, sono a titolo gratuito e non retribuite.  

La Pop Art di Gerhard River a via Margutta Demetra Hampton madrina

 

La Pop Art di Gerhard River a via Margutta Demetra Hampton madrina

by Sabina Fattibene

 
Grande evento d'arte a via Margutta, Venerdì 29 Settembre 2023 alla galleria internazionale Area Contesa Arte. Per la prima volta a Roma le opere dell'artista statunitense Gerhard River esponente della Pop Art del filone Newyorkese.
 
Le sue creazioni sono composte da neon colorati con frasi di antichi poeti latini che amava leggere sin da giovane grazie anche alla madre insegnante di lettere classiche. Le frasi scelte per le sue opere vanno dalla frase “Nulla dies Sine Linea “ a “Semper idem “ al “Relata Refero” ad altre, riportate su un supporto rigido con una cornice di metallo.
 
La sua ispirazione nasce dal periodo universitario quando scopre il ruolo della luce e la possibilità di creare forme e immagini evanescenti e di poter usare il neon accostato alla sua formazione accademica :il latino. Negli anni 70 entra in contatto con Rudi Stern,artista e gallerista statunitense rimane affascinato dai suoi Light Show. In seguito presso la galleria Let There BeNeon aperta a Soho da Stern, farà la sua prima personale composta da scritte al neon, collaborerà con Stern sino alla fine degli anni 80 partecipando a collettive e personali.
 
Nel 1995 sino al 1998 si dedicherà a realizzare opere con neon all'interno del suo studio dove realizza grandi installazioni commissionate da Musei tedeschi e galleria americane.
 
Nel 2000 si trasferisce a Düsseldorf dove apre uno studio nel quartiere Flingern, il quartiere degli artisti, dove continua i suoi studi sui classici latini trasponendo il pensiero sui neon. Giunge a Roma nel 2023 con questa personale per cui realizza anche delle serigrafie a effetto rilievo numerate., di grande effetto.
 
L'esposizione è stata accolta con grande consenso di pubblico e di critica,hanno affascinato i tanti passanti che incuriositi sono entrati in galleria. L'artista non ha presenziato al vernissage per il suo carattere schivo e riservato, predilige lo studio e la realizzazione delle sue opere, alle regole dello star system.
 
Presenti i suoi manager italiani Giovanni Altamura e Roberto Porcelli, curatrice la storica d'arte Sabina Fattibene e presentata dal critico Alfio Borghese e ripresa da Canale 10 TV.
 
Presente al vernissage in splendida forma l'attrice Demetra Hampton, madrina dell'evento, anche lei americana nata a Filadelfia. Negli anni 90 ha incarnato la Valentina di Crepax, è stata omaggiata da Gerhard River di una sua opera a lei dedicata con la scritta latina ”Nulla dies Sine Linea“.
 
Tra i vari personaggi presenti  ha incuriosito i presenti con suo look da faraone, il mago Cichago  con le sue profezie sul futuro, la regista Frances Sapphire, l'autore e sceneggiatore di Teatro Salvatore Scirè, l'ambasciatrice artistica dell'Uruguay Sylvia Irrazàbel, il principe Guglielmo Marconi Giovannelli e lo chef dei divi del Cinema hollywoodiano Paolo Celli, che negli anni 70-90 ha cucinato per Francis Ford Coppola, Al Pacino Alain Delon, Brigitte Bardot e tanti altri.
 
La serata è proseguita a luci spente con solo i neon delle opere che illuminavano la sala, mentre i presenti con in alto i calici hanno brindato al successo dell'artista Gerhard River.
 
La mostra sarà visitabile sino all'8 Ottobre mattina e pomeriggio anche di Domenica.
 
(Fotografia Giancarlo Fiori)
 
Pubblicato: 06/10/2023
Share:


Ultime interviste