N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 161° Giugno 2024 Anno XIV°  

Davos: il quarto incontro della “formula della pace” -14 gennaio, 81 Paesi

Davos: il quarto incontro della “formula della pace” -14 gennaio, 81 Paesi
 
 
 
by Maryana Bilyk
 
 
Nella città svizzera di Davos il 14 gennaio si è svolta la quarta riunione dei consiglieri dei capi di Stato per discutere della “formula di pace” del presidente Volodymyr Zelenskyi.
Hanno preso parte rappresentanti di 81 paesi e organizzazioni internazionali.
Questo è più di un evento simile a Malta nell’ottobre 2023.
 
Lo  riporta  il sito del presidente dell'Ucraina.
 
Hanno delegato i loro rappresentanti a Davos:
 
39 paesi europei;
18 — Asia;
12 — Africa;
6 — Sudamerica;
3 — Nord America; 
2 — Oceania.
In totale, l'incontro ha riunito delegazioni di 81 paesi e organizzazioni internazionali, 15 in più rispetto al terzo evento simile tenutosi nell'ottobre 2023 a Malta.
 
Il capo dell'ufficio del presidente dell'Ucraina, Andriy Yermak, ha definito un "buon segno" l'aumento del numero dei paesi che aderiscono ai lavori sulla "formula della pace".
 
"È molto gratificante che i Paesi delle regioni del Sud del mondo siano sempre più coinvolti nel nostro lavoro. Ciò dimostra una comprensione: questo conflitto in Europa è una sfida per tutta l’umanità", ha affermato.
 
Durante il discorso, Yermak ha sottolineato che in due anni di guerra su vasta scala, le Forze di Difesa hanno restituito più del 50% del territorio occupato dalla Russia e, disponendo di una piccola forza navale propria, hanno distrutto un quinto del potenziale della Flotta del Mar Nero della Federazione Russa, che protegge il Mar Nero.
 
Allo stesso tempo, ha sottolineato: se il diritto internazionale e l'integrità territoriale dell'Ucraina non verranno ripristinate, qualsiasi aggressore in altre parti del mondo potrà "prendere domani un pezzo di qualsiasi paese e tenere lì elezioni false sotto la minaccia delle armi".
 
Maggiori informazioni sull'incontro
 
l quarto incontro dei consiglieri per la sicurezza nazionale e dei consiglieri di politica estera dei leader dei paesi a Davos dovrebbe essere la continuazione del terzo vertice di questo tipo a Malta.
 
Successivamente i partecipanti hanno considerato i primi cinque punti della “formula della pace”:
 
  • sicurezza nucleare;
  • sicurezza del cibo;
  • Sicurezza energetica;
  • rilascio di prigionieri e deportati, compresi i bambini;
  • ripristino dell’integrità territoriale e della sovranità dell’Ucraina.
Ora le delegazioni intendono lavorare su altri cinque punti:
 
  • ritiro delle truppe russe;
  • ripristino della giustizia; 
  • sicurezza ambientale;
  • prevenzione dell'escalation e del ripetersi della guerra;
  • conferma della fine della guerra. 
"Come a Malta, ciascuno di questi punti sarà presentato dai paesi co-leader dei rispettivi circuiti di Formula", ha spiegato il capo dell'Ufficio del Presidente dell'Ucraina. Secondo lui i partecipanti all'incontro di Davos dovrebbero concordare anche il formato del vertice globale per la pace.
 
"Abbiamo bisogno di una piattaforma che copra parti specifiche del nostro piano globale. Per andare avanti è necessario concordare il formato del vertice costituente della pace", ha riassunto Ermak.
 
Cosa prevede la “formula di pace” di Zelenskyi?
 
Nel novembre 2022, il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelenskyi al vertice dei leader del G20 ha proposto 10 passi verso la pace, che comportano il ripristino dell'integrità territoriale dell'Ucraina:
 
  1. Radiazioni e sicurezza nucleare.
  2. Sicurezza del cibo.
  3. Sicurezza energetica.
  4. Liberazione di tutti i prigionieri e deportati.
  5. Attuazione della Carta delle Nazioni Unite e ripristino dell'integrità territoriale dell'Ucraina e dell'ordine mondiale.
  6. Ritiro delle truppe russe e cessazione delle ostilità.
  7. Ripristinare la giustizia.
  8. Anti-ecocidio.
  9. Evitare l'escalation.
  10. Fissare la fine della guerra. 
Pubblicato: 24/01/2024
Share:


Ultime interviste