N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 157° Febbraio 2024 Anno XIV° Salvo accordi scritti, le collaborazioni con RomaMeeting.it, sono a titolo gratuito e non retribuite.  

Mosca vuole annettersi la Crimea

 Le ultime battute della pericolosa crisi ucraina che è scoppiata nel cuore dell''Europa

Mosca vuole annettersi la Crimea

 Kiev stima la presenza militare russa in Crimea  intorno alle  30mila unità. Mosca nega, ma  appoggiare la secessione della penisola sul Mar Nero. “Se questa sarà la volontà espressa nel referendum del 16 marzo - asserisce il presidente della camera alta del parlamento russo Valentina Matvienko - la Russia annetterà la regione”. Questa è  una votazione definita  "illegale" dall'Unione Europea e "incostituzionale" da Usa e Kiev Il referendum del 16 marzo sulla secessione resta confermato

Secondo la stampa russa, Yanukovich, ex presidente ucraino, sarebbe ricoverato per infarto, mentre in Ucraina le autorità chiedono per lui all'Interpol un mandato di arresto internazionale .

Obama, ha avuto una telefonata di un'ora con Putin: sanzioni e no al referendum A livello internazionale le pressioni su Mosca continuano.. Il leader della Casa Bianca ha sollecitato un'urgente soluzione diplomatica, ribadendo che "le azioni della Russia violano sovranità e integrità territoriale dell'Ucraina", cosa che ha indotto gli Usa "ad intraprendere diversi passi in risposta, in coordinamento coi nostri partner europei". . Il consiglio straordinario UE definisce "illegale" il referendum sulla secessione. Intanto 41 osservatori dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione europea inviati in Crimea sono stati fermati per la seconda volta a un posto di blocco e costretti a tornare indietro da uomini armati.

Nella notte scorsa  la base della difesa anti-aerea ucraina  di Simferopoli è stata attaccata, al termine di una giornata segnata da un ulteriore stop agli osservatori Osce in Crimea. L'attacco alla difesa anti-aerea, confermato dalla tv Atr di Sebastopoli, sede della Flotta del Mar Nero, è stato compiuto da soldati russi  forze speciali della Marina e cosacchi.

Pubblicato: 08/03/2014
Share:


Ultime interviste