N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 159° Aprile 2024 Anno XIV°  

Putin distruggerà i 6 reattori nucleari ucraini? Putin li ha minati.

 Volodymyr Zelenskyi, ha annunciato questa minaccia all'inizio del 22 giugno

La Russia, paese terrorista, può causare la più grande catastrofe nucleare in Europa

Putin distruggerà i 6 reattori nucleari ucraini? Putin li ha minati.
L'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) non conferma la dichiarazione del portavoce del Cremlino Dmitry Peskov secondo cui non vi è alcuna minaccia di un attacco terroristico russo alla centrale nucleare di Zaporizhia controllata dall'esercito russo. Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelenskyi, ha annunciato questa minaccia all'inizio del 22 giugno.
 
Come indicato nel rapporto dell'agenzia nucleare delle Nazioni Unite del 21 giugno, ci sono mine non solo sul territorio dell'impianto, ma anche all'interno del perimetro della stazione.
 
"L'AIEA è a conoscenza del precedente posizionamento di mine al di fuori del perimetro della stazione, come precedentemente riportato dall'agenzia, così come in alcuni luoghi all'interno, che il personale di sicurezza ha spiegato essere stati collocati a scopo difensivo", afferma il rapporto.
 
Nonostante la disponibilità di tali dati, il direttore generale dell'AIEA Rafael Grossi ha affermato che "le funzioni di sicurezza di base della struttura non sono interessate in modo significativo".
 
“La nostra valutazione di questi luoghi specifici era che mentre la presenza di qualsiasi ordigno esplosivo non avrebbe soddisfatto gli standard di sicurezza, le funzioni di sicurezza di base della struttura non sarebbero state influenzate in modo significativo. Stiamo seguendo la questione con grande attenzione", ha affermato il Direttore Generale Grossi, aggiungendo che "la situazione della sicurezza nucleare presso la centrale nucleare di Zaporizhia è estremamente fragile". 
 
Uccidere, violentare, seviziare, torturare e deportare popoli e molti 300mila bambini, distruggere paesi e città,  rubare la cultura del vicino camuffandola per sgradita, creare sete, fame e freddo distruggendo le infrastrutture civili dello Stato Ucraino con la guerra: tutto ciò fà Vladimyr Vladimyrovich Putin. E' giusto dunque in questa logica oggigiorno tutta putiniana, ma che è stata anche quella di Stalin negli anni più bui e drammatici dell'Urss, distruggere la diga di Nova Khakovka, in Ucraina creando un disastro ecologico immenso, ed ora minare per distruggere la più grande centrale nucleare europea, quella di Zaporigia, con ben 6 reattori.
 
L'Onu e la comunità internazionale deve intervenire per scongiurare la catastrofe nuclere, in questa situazione sempre più delicata! Creare della Centrale nucleare di Zaporigia una zona franca controllata da Caschi Blu delle Nazioni Unite, potrebbe sottrarre la centrale nucleare dal confronto bellico della Russia in Ucraina.
 

Dopo 100 anni, i delitti contro l'umanità commessi da Stalin e dalla Russia, non sono stati ancora condannati da un Tribunale internazionale come accadde invece a Norimberga nel 1946 per i delitti nazisti.

Ecco allora, che oggigiorno Putin si sente impunemente autorizzato a reinfliggere in Ucraina i medesimi delitti commessi dal suo predecessore impunito. Il fatto ulteriormente vergognoso, è che il 75% del popolo Russo approva l'operato del suo diabolico dittatore.

Il mondo sarebbe un mondo migliore, se non esistesse la questa Federazione Russa ed il suo Dittatore Putin così cinico.

Pubblicato: 22/06/2023
Share:


Ultime interviste