N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 157° Febbraio 2024 Anno XIV° Salvo accordi scritti, le collaborazioni con RomaMeeting.it, sono a titolo gratuito e non retribuite.  

Roma. Statali e Riscossione. Più di centomila in piazza sabato 8 novembre contro il blocco dei contratti.

 MANIFESTAZIONE NAZIONALE CGIL CISL e UIL

ROMA 8 NOVEMBRE 2014

Roma. Statali e Riscossione. Più di centomila in piazza sabato 8 novembre contro il blocco dei contratti.

 Più di centomila persone sono scese in piazza sabato contro il blocco dei contratti .

Una grande manifestazione nazionale in difesa dei servizi pubblici, l'unico argine a una crisi che impoverisce le persone, aumenta le diseguaglianze e frena lo sviluppo.

Al corteo ha preso parte anche una numerosa rappresentanza dei lavoratori del settore della riscossione tributi ( Equitalia e Riscossione Sicilia ) per chiedere che sia posta fine all'ingiustizia del persistere del blocco contrattuale della categoria .

Il Segretario Generale della Cisl, Annamaria Furlan, dal palco allestito in Piazza del Popolo, ha affermato :  "Non accettiamo e non accetteremo un altro blocco dei contratti,  andremo avanti con la mobilitazione finché non porteremo a casa il contratto e le riforme vere ".

Oltre alla “riapertura della contrattazione”, i sindacati reclamano “stabilità e certezza” per il lavoro, a cominciare dal personale precario. E ancora, chiedono “una vera riorganizzazione dei servizi, degli enti e dei corpi dello stato”; “costi e servizi standard a tutela dell’universalità”; lo stop al “dumping contrattuale nel privato che offre servizi pubblici”; “valorizzazione di istruzione e formazione come leve di crescita”; e, infine, “un sistema della sicurezza avanzato”.

 

La mobilitazione ha coinvolto i lavoratori di scuola, sanità, Pa centrale, servizi locali, sicurezza e soccorso pubblico, università, conservatori, privato sociale, riscossione tributi: una platea che sfiora i 4 milioni di persone. La piazza ha chiesto lo sciopero che si terrà prima della fine dell'anno.

Pubblicato: 10/11/2014
Share:


Ultime interviste