N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 157° Febbraio 2024 Anno XIV° Salvo accordi scritti, le collaborazioni con RomaMeeting.it, sono a titolo gratuito e non retribuite.  

PIU' DI MILLE CAVALIERI A ROMA PER Fra' Andrew Bertie

 

Basilica di San Giovanni in Laterano: cerimonia di apertura dell’Inchiesta Diocesana per la Causa di Beatificazione del Servo di Dio Fra' Andrew Bertie, 78° Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta.
Oltre mille i Cavalieri giunti dai cinque continenti

Di  Patrizio  Imperato  di Montecorvino

PIU' DI MILLE CAVALIERI A ROMA PER Fra' Andrew Bertie

Il 20 febbraio 2015, è stata Celebrata, nell’ArciBasilica Papale di San Giovanni in Laterano, la Santa Messa, Presieduta da Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Raymond Burke, Cardinalis Patronus dell’Ordine di Malta. La Sessione di Apertura dell’Inchiesta Diocesana e di Canonizzazione, del Servo di Dio Frà Andrew Bertie, Presieduta, invece, da Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Agostino Vallini, Vicario Generale di Sua santità per la Diocesi di Roma, con la partecipazione, del Gran Maestro Robert Matthew Festing, 79º Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta, del presidente del Tribunale Ordinario della Diocesi di Roma, Mons. Slawomir Oder, del cancelliere del Tribunale, Marcello Terramani, del promotore di giustizia, Mons. Giuseppe D’Alonzo e del postulatore, prof. Vittorio Capuzza.

Molto significativo è il fatto che nel 2013 l’Ordine di Malta ha festeggiato i Suoi 900 anni dal riconoscimento ufficiale da parte di Papa Pasquale II. Nello stesso anno è stata presentata la richiesta, a soli cinque anni dalla morte, per l’avvio di detta Causa di Beatificazione e di Canonizzazione di Fra’Andrew Bertie, Gran Maestro del SMOM dal 1988 fino alla sua dipartita del 2008.
Andrew Bertie entrò a far parte del Sovrano Militare Ordine di Malta all’età di 27 anni e dedicò tutta la sua vita alla preghiera e all’esercizio della carità. Infatti, anche sulla scorta del mio personale incontro con frà Bertie, trapelava in Egli sempre una sorta di regale umanità preceduta da un sensibile sentimento di grande spiritualità. Era possibile parlare con lui di ogni cosa ed era sempre molto attento, con ordinata ricezione di senso, al suo interlocutore. La sua vita E’ una testimonianza di fede profonda e non certa avulsa dall’impegno a favore dei malati e degli emarginati, onorando in toto il motto fondante di questo Glorioso Ordine: Tuitio Fidei, Obsequium Pauperum (Testimoniare la fede e aiutare i bisognosi).  
Il cardinale Vallini ha ben delineato l’ineccepibile profilo è spirituale è umano di Fra’ Andrew Bertie, quale costellata figura che ben merita l’appellativo di scia luminosa della Chiesa: Uomo di intensa vita spirituale, profondamente dedito all’impegno di rafforzare la rete di solidarietà internazionale dell’Ordine di Malta”.
 
Pubblicato: 10/03/2015
Share:


Ultime interviste