N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 105° Ottobre 2019 Anno IX°

MICHELE SIMOLO GIULIANA GUIDOTTI TANTI OSPITI PER DIRE NO ALLO STALKING ALL’ARANCIERA DI SAN SISTO

 

MICHELE SIMOLO GIULIANA GUIDOTTI  TANTI OSPITI PER DIRE NO ALLO STALKING ALL’ARANCIERA DI SAN SISTO

By Angelo Martini

Giuliana Guidotti, crea lo show nello show, la vulcanica stilista porta il mondo arabo all’Aranciera di San Sisto, a Roma il 12 Giugno 2019 condividendo insieme  a Michele Simolo l’ideatore dell’evento, la Stilista Raffaella Tirelli, i conduttori la bravissima Camilla Nata, la scrittrice Claudia Conte, Angelo Martini e tanti illustri ospiti, grandi  temi veramente scottanti ed unici per dire  no allo Stalking, ai tanti misfatti dell’universo maschile contro le donne.

 
 La stilista Giuliana esibiste i suoi bellissimi abiti con le modelle che indossano delle fascia di juta con scritte provocatorie che ondeggiano intorno al corpo della Guidotti vestita da araba. Sulle strisce di juta le scritte contro dei grandi delitti misfatti contro le donne che per secoli hanno condizionato la loro vita.
 
Per la Guidotti queste strisce evocano la sabbia del deserto macchiata di sangue umano urla e inchiostro cancellato sempre dal sole e il vento del deserto che spazza e confonde l"atrocità dei misfatti in una costante sensualità" la donna un essere privo di anima, da possedere dove e quando si vuole una sensualità" punitiva verso la femmina per cui lei non dovrà" provare il piacere e che in una pratica allucinante verrà privata di una piccola parte del suo corpo la parte deputata al piacere fisico la terribile “Infibulazione”, che tuttora obbligatoria sulle bambine per cui molto spesso subentrano infezioni terribili cause di morti infantili.
 
La sfilata di abiti eleganti sulla canzone inedita “Raise up again” presentata in prima assoluta, scritta per l’ occasione da Angelo Martini il M° Andrea Tosi e la stessa Giuliana che canta divinamente in stile americano.  E a seguire la seconda sfilata  di Raffaella Tirelli, stilista giovane  sempre di più in auge con vestiti dal taglio innovativo,essenziale colori che vestono la donna in maniera sensuale  e mai volgare, con una bellissima storia raccontata dalla stessa Raffaella coinvolta anche lei in una sorta di stalking iterato nel tempo.
 
Claudia Conte scrittrice attrice ha preludiato l’inizio dell’evento conducendo egregiamente la tavola rotonda moderando il convegno. Claudia si è sempre distinta per il suo impegno nel sociale, è stata protagonista di un corto sull'Alzheimer con Loretta Goggi (fa la figlia). Efficaci ed appassionati gli interventi degli ospiti Dottoressa BARBARA CALABRESE insegnante della Sapienza , facolta di Medicina e Psicologia, sociologia, e criminologia Dott. FRANCESCO CIFARIELLO psicologo clinico specializzato nei disturbi del comportamento e della disregolazione emotiva Dottoressa LAURA MOSCHINI da sempre si occupata di Storia delle Donne, Bilanci di genere all'Università ROMATRE e collabora con Enti e Istituzioni in ambito nazionale e internazionale.
 
Michele Simolo Presidente dell’associazione no prof "OBIETTIVO NO VIOLENCE", giunta al sesto anno di attività ha proiettato i video da lui realizzati con grande impatto emotivo – il Tunnel maledetto e la violenza su una disabile sordomuta che è stata rappresentata da una modella e artista sorda dalla nascita Elisabetta Viaggi che si è prestata volentieri a realizzare il video "Senza parole" .
 
L'associazione OBIETTIVO NO VIOLENCE nasce  da un progetto fotografico che ha la formula del psicodramma dicono che il metodo adottato è di tipo psicoanalitico. Riproponendo teatralmente dietro la macchina fotografica il dramma della relazione e la violenza che ne scaturisce, quasi sempre a danno del sesso femminile (violenza di genere) . Dicono di questo progetto è singolare che un uomo scenda in campo contro la violenza di genere e si misuri su un terreno in cui i carnefici sono prevalentemente UOMINI e si rivolga ai suoi simili per sensibilizzarli e invitarli a scendere in campo per un fenomeno che sta diventando una piaga sociale, un vero e proprio allarme. MICHELE SIMOLO sono orgoglioso che sono già tante le testimonial che si sono succedute, alcune lo hanno fatto una sola volta , altre in modo continuativo. Tanto gli esperti provenienti dall'Università, dalle professionalità in ambito criminologico, psichiatrico, psicologico.
 
La novità di quest'anno è stata la presenza di GIOVANNA SORBELLI for World Women's Wind presidente di un'Associazione a connotazione femminile EUDONNA che affianca OBIETTIVO NO VIOLENCE , voluta da un uomo, Michele Simolo. Il messaggio nuovo che sembra emergere è l ' auspicato ritorno di un dialogo tra donne e uomini un vero patto tra uomini e donne per vincere lo stalking , odioso REATO DI ATTI  PERSECUTORI, DELITTO COMMESSO CON VIOLENZA ALLA PERSONA, al di là della violenza fisica che spesso è pure il tragico epilogo, la violenza maschile non fa sconti a nessuno. Oggi le notizie di cronaca danno la ribalta a nuove vittime : i figli . Ho invitato personalmente l'ASSOCIAZIONE E D E L A Orfani del Femminicidio . ROBERTA BEOLCHI che cura 15 famiglie tra Campania e Lazio , con minori , maggiori e famiglie affidatarie, nonni...
 
Un forte momento di riflessione prima della chiusura della parte congressuale si è avuto quando la testimonial del progetto Obiettivo No Violence Lucy Scipioni ha letto una lettera di una sua amica vittima per anni di violenza. La stessa Lucy Scipioni testimonial dell’evento ha poi interpretato il brano di Mia Martini “Gli uomini non cambiano” mandando un forte messaggio in musica, bravissima con una voce dolce e delicata ha emozionato tutti i presenti.
 
La seconda parte della serata è stata presentata dall’impeccabile ed elegante conduttrice Rai Camilla Nata e professionalità, che ha subito lanciato la brava e giovane  attrice Marianna Petronzi  che ha recitato una poesia di Giuliana Guidotti, e poi a seguire le bellissime sfilate. Giuliana che al termine della sfilata presentata ed intervistata da Angelo Martini ha voluto regalare un quadro che racchiude tutta l’essenza della serata, a Michele Simolo soddisfatto ed emozionato, con mostra una speciale gratitudine verso l’eclettica stilista. “Un viso di donna si eleva maestoso verso l'alto in atteggiamento di grande compostezza, deturpato da un taglio. In basso sotto il profilo del collo della donna appare, piccolo e scuro, il violentatore, seminascosto.”
 
Con il grande apporto fotografico di Renata Marzeda, Adriano di Benedetto e lo stesso Michele Simolo che hanno fotografato le modelle attrici del progetto obiettivo No Violence:  Anna Rose Piccini, Floriana Rignanese, Salomè Rodriguez, Ioana Avramescu, Sara Thaira Maanar, Michaela Diaconita, Victoria Yemerenco, Alessia Casiere, Tatiana Carpusca, , con l’applauso dei presenti in sala Nadia Bengala, Roberta Sanzò, Elisabetta Viaggi, Martina Meneghini, Dott.ssa Sara Iannone, Fabrizio Pacifici, Cinzia Loffredo, il prefetto Fulvio Rocco de Marinis, ingegnere Lino Marasco  e di tanti altri.
 
Con la partecipazione del Dott. Andrea Menichelli che ha fatto omaggio di trattamenti per il viso – presente inoltre la ditta distributrice del prodotto Femmena profumo per capelli offrendo i suoi prodotti con particole agevolazioni.
 
Si ringraziano gli operatori video Blasco Marotta, Simona Nickil, Marco Mari, il Dj Couto Perez Dorian Javier.
 
 
Pubblicato: 23/06/2019
Share:


Ultime interviste