N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 122° Marzo 2021 Anno XI°

TREND - nuove frontiere della scena britannica - Teatro Belli 21 – 30 marzo 2012

 Teatro Belli – piazza Sant'Apollonia, 11a – (trastevere)

TREND - nuove frontiere della scena britannica - Teatro Belli 21 – 30 marzo 2012
 L’undicesima edizione, quella del 2012, della storica rassegna “Trend - Nuove frontiere della scena britannica” si sofferma sul fenomeno di molte ricorrenti e inquietanti derive contemporanee nel cuore di due società europee che si guardano, quella continentale e quella d’Oltremanica. Prendendo spunto da cinque autori trenta-quarantenni (si va da Mike Bartlett, il più giovane, 32enne, a Chloe Moss che è 36enne, a Enda Walsh che è 45enne, a David Harrower che è 46enne, e completa il gruppo Chris O’Connell che è quarantenne e passa), adottando stili, linguaggi, culture, temi e impianti comunicativi che testimoniano differenze ma che nel complesso rispecchiano bene alcuni dei fondamentali della scena inglese in odierna evoluzione, abbiamo chiamato in causa, in questo cartellone di “Trend”, una certa (revisionabile) impossibilità di contatti famigliari, una certa (rianalizzabile) aleatorietà dell’amicizia, un certo (rischiarabile) buio nel cameratismo post-reclusorio, una certa (approfondibile) indecisione identitaria di ceto, gender e generazione, e una certa (monitorabile) ansia rappresentativa in rapporto con potere e assetto d’una comunità. Altrettante crepe sul muro della nostra educazione civile, con ipotetiche manutenzioni, con confutabili interventi, con insperabili e inedite altre prospettive. Scommettiamo su una rosa di cinque proposte (uno spettacolo e quattro mise en espace), e sul concorso ideale e generoso di artisti e compagnie, nel momento di più acuta crisi del settore artistico, nell’anno in cui rigoroso e ridotto a termini essenziali è il sostegno resosi disponibile da parte dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, senza il quale, va detto, non avremmo neanche potuto mantenere il punto. Mentre anche per questa edizione si rinnova l'appoggio del British Council di Roma.
Le carte giocate in questo programma sono quelle di “A Slow Air” di Harrower fondato su orgoglio e pregiudizio tra fratello e sorella (regia di Giampiero Rappa), “Cock” di Mike Bartlett che fruga nei conflitti nati per mancanza di scelta (regia di Silvio Peroni), “Quest’immensa notte” di Chloe Moss su una sintonia difficile tra due donne ex carcerate (regia di Laura Sicignano), “Misterman” di Enda Walsh sul confine tra costanza e mania nella missione a base di altruismo (regia di Luca Ricci), e “Hymns” di Chris O’Connell che documenta un’elaborazione giovanile del lutto (regia di Martino D’Amico). Due sere per ogni drammaturgia. Dieci sere in tutto.
Pubblicato: 16/03/2012
Share:


Ultime interviste