N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 136° Maggio 2022 Anno XII° Salvo accordi scritti, le collaborazioni con RomaMeeting.it, sono a titolo gratuito e non retribuite.  

Addio a Monica Vitti. La anti-diva icona del Cinema italiano.

Addio a Monica Vitti. La anti-diva icona del Cinema italiano.

by Sabina Fattibene

Si è spenta  mercoledì 2 Febbraio 2022 in una Roma soleggiata all'età di 90 anni la grande attrice Monica Vitti, dopo una lunga malattia degenerativa che l'ha colpita nei primi anni del 2000. Sparita da 20 anni dalle scene, fino al giorno della sua morte con l'annuncio  dato da Walter Veltroni ex sindaco di Roma.

Bellissima, intelligente, ironica è stata la prima donna comica del Cinema italiano nonostante il suo fascino e la sua  raffinata eleganza, aveva un grande senso dell'humour una  capacità  comunicativa fuori dal comune. Molte donne si sono rispecchiate in lei e nella sua capacità  di uscire dagli schemi, come il detto che l'attrice comica non poteva essere bella. Monica nonostante fosse bellissima  faceva ridere più di tutte. La sua vena artistica  la portò dal Teatro al Cabaret e al Cinema, dalla tragedia al dramma sino alla commedia. Musa dei registi Mario Monicelli e Michelangelo Antonioni,(che fu uno dei suoi grandi amori) regina della Commedia all'italiana accanto al grande Alberto Sordi, film memorabili  basta pensare a “Polvere di Stelle” a “ Amore mio aiutami” e “Lo so che tu sai che io lo so”.Ha lavorato anche con Tinto Brass nel film “Disco Volante”.

Fra i vari registi con cui ha lavorato ricordiamo anche Federico Fellini e l'esordiente regista Roberto Russo, diventato il compagno della sua vita, poi anche marito. Ha ricevuto premi importanti tra cui 4 David di Donatello e il Leone d'oro alla carriera consegnato a Venezia.

Nell'epoca di Sophia Loren e Claudia Cardinale, Monica Vitti aveva trovato la sua collocazione  ed il suo stile: era semplice e allo stesso tempo eccentrica, ma sempre auto ironica. Il  suo fascino era nei suoi capelli biondi scarmigliati, nella voce roca, nel  suo sguardo languido e penetrante  ed è stata l'anti diva per eccellenza. Romana di nascita il 3 Novembre  del 1931, all'anagrafe Maria Luisa Ceciarelli, ha donato se stessa, la propria verve ma anche i suoi difetti umani, creando un'icona imperfetta che è stata amata dal grande pubblico.

Quando si ritira dalle scene per un male che le toglie la memoria, molto vicino all'alzheimer, il suo sorriso continua a vivere nel cuore di molti italiani. Al suo fianco, nella malattia, e fino all'ultimo il marito Roberto Russo.

La camera ardente è aperta al pubblico Venerdì  4 Febbraio in Campidoglio ed i funerali si svolgeranno Sabato 5 Febbraio  alle ore 15.00 nella chiesa degli artisti di Piazza del Popolo in Roma.

Pubblicato: 04/02/2022
Share:


Ultime interviste