N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 98° Marzo 2019 Anno IX°

Milano era e deve tornare ad essere città d'acqua. I Navigli e la Movida milanese.

 

by Iryna Chikisheva (corrispondente da Milano)

 

( Foto di Veronika Pachkova)

Milano era e deve tornare ad essere città d'acqua. I Navigli e la Movida milanese.

Milano, una delle città più operose ricche e vivibili della penisola è un'attrazione oltre che per l'intensa vita culturale anche per la sua vita notturna.Milano era e deve tornare ad essere città d'acqua con la moderna Darsena, il Naviglio Grande con il suo Vicolo dei Lavandai, il Naviglio Pavese, il Borg di formagiatt, la Conca di Viarenna. 

Scrivendo di Milano ed in particolare dei Navigli, come non ricordare la poetessa Alda Merini, o pensare ad altri personaggi milanesi come Chiara Ferragni (The Blonde Salad), Elena Galimberti (Il Milanese Abbellito), Andree Ruth Shammah (Teatro Franco Parenti) ed ancora attori come Milly, Tino Scotti e Walter Chiari.

La movida di Milano infatti è un motivo sufficiente per visitare la città. La movida milanese, con locali e discoteche tra i più famosi d’Europa, la fa da protagonista in alcuni quartieri della città, dalla zona dell' Isola al quartiere Garibaldi, da quella della Città Studi fino a Corso Sempione, Corso Como. Tuttavia il centro della movida di Milano sono i Navigli. Dall'happy hour che si consuma dalle ore 19.00 fino a notte inoltrata, i Navigli con i  suoi bar, pub, birrerie, discoteche, locali con musica dal vivo, si popola di vip, personaggi dello spettacolo e del jet set, sportivi e starlette, modelle, modelli e yuppie che frequentano l'intera area per divertirsi ed al contempo per farsi notare da giovani e meno giovani, uomini e donne di tutte le età.

Ultimamente il Comune di Milano ha inteso agevolare la percorribilità ai disabili con l'installazione di scale mobili in prossimità del Ponte, anche in previsione della riapertura alla navigazione dei Navigli. In merito alla spinosa questione Matteo Salvini ha recentemente affermato che Milano era e deve tornare ad essere città d'acqua, oltre che di impresa e di business: ciò  dopo lo "stop" imposto dalla Regione con la bocciatura dell'emendamento al bilancio che stanziava 50 milioni di euro per il triennio 2019/2021.

Pubblicato: 20/12/2018
Share:


Ultime interviste