N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 142° Novembre 2022 Anno XII° Salvo accordi scritti, le collaborazioni con RomaMeeting.it, sono a titolo gratuito e non retribuite.  

“IL RUOLO DELLA REGIONE LAZIO PER UN NUOVO GOVERNO DEL TERRITORIO”

MERCOLEDI' 23 GENNAIO ore 18.00

Aran Mantegna Hotel - Via Mantegna, 130

Incontro con  Nicola ZINGARETTI

“IL RUOLO DELLA REGIONE LAZIO PER UN NUOVO GOVERNO DEL TERRITORIO”

In questo incontro convocato dalle associazioni Territorio Roma e Ideeincorsa vogliamo discutere delle competenze regionali sul governo del territorio con particolare riferimento all'esigenza della Capitale di bloccare definitivamente l'espansione edilizia  nell'Agro e di avviare il recupero della città costruita.

Un'esigenza da inquadrare nell'orizzonte metropolitano che rappresenta il futuro istituzionale ed economico del nostro territorio.

Le questioni che intendiamo affrontare sono le eguenti:

1) Approvare il Piano Territoriale Paesistico Regionale - PTPR per dare certezza alla tutela ambientale del territorio ed in particolare alla definitiva salvaguardia dell'Agro Romano il cui consumo di suolo è sempre a rischio;

2) Rinnovare l'urbanistica per gestire la pianificazione e l'attuazione dei diritti edificatori con regole certe e procedure snelle. A tale scopo è necessario il riordino, la semplificazione e il rinnovo della legislazione urbanistica regionale
con l'approvazione di un nuovo Testo Unico;

3) Incentivare gli interventi e gli investimenti finalizzati alla "rigenerazione urbana" (sostituzione edilizia, recupero delle aree dismesse, attuazione degli ambiti di programmazione strategica, etc) e concludere gli Accordi di Programma in itinere ispirati realmente a criteri di interesse pubblico;

4) Definire un piano per l'housing sociale senza consumare ulteriore aree agricole e realizzare una profonda riforma dell'ATER che rappresenta uno strumento importante per la creazione e la gestione del patrimonio abitativo pubblico;

5) Riportare l'agricoltura nell'Agro romano per rafforzarne la tutela e la funzione economica. A tale scopo è importante pianificare il riassetto del territorio agricolo, rivedere il Piano di Sviluppo Rurale, sostenere lo sviluppo delle aziende agricole e favorire il ricambio generazionale.

6) Rilanciare le politiche di conservazione della natura esaltandone la vocazione naturalistica, paesaggistica, agricola, culturale e turistica. Integrare la gestione delle aree protette con la rete Natura 2000. Valorizzare il sistema delle aree protette approvando i piani di assetto dei parchi e i programmi pluriennali di promozione socio-economica, riducendo gli Enti Parco in una logica di razionalizzazione gestionale e investendo risorse sulla professionalità del personale.
Perseguire tutti questi obiettivi è fondamentale per avviare a Roma un nuovo governo del territorio capace di contrastare il degrado del paesaggio, di elevare la qualità urbana e di contribuire al rilancio della nostra economia.

Le elezioni regionali e le successive elezioni omunali rappresentano l'occasione per discutere e condividere obiettivi e programmi su cui chiedere impegno e coerenza alla classe dirigente del centrosinistra.

Sono invitati a partecipare: cittadini, comitati ed associazioni territoriali ed ambientaliste, progettisti, urbanisti ed imprenditori.

Pubblicato: 04/01/2013
Share:


Ultime interviste