N°13/2010 Registro Stampa Trib.di Roma il 19/01/2010 - Direttore Responsabile: Giulio de Nicolais d'Afflitto.
NUMERO 114° Luglio 2020 Anno X°

Intervista a Samara Rita, insegnante di danza del ventre e folklore arabo egiziano.

Intervista a Samara Rita, insegnante di danza del ventre e folklore arabo egiziano.

di A.Razuvan

 

L’immagine che vuoi rendere di te: Chi sei?

Sono quella che sono e non voglio dare un’immagine diversa. Mi ritengo una persona gioiosa e piena di voglia di fare.

Di che segno zodiacale sei?

Toro: credo nella famiglia e sono concreta.

Che tipo di pizza è la tua preferita?

Pachino rucola e mozzarella.

Raccontaci in breve la storia della tua carriera professionale

Sono una danzatrice del ventre. Ho iniziato il mio percorso di danza nel 1990 con il maestro ballerino coreografo Aesmat Osmar  del gruppo Mahmoud Reda, unico gruppo folcloristico rimasto in Egitto; ampliamento degli studi con: Saad Ismail, Dina, Zaza Hassan, Suraya, Kamelia, Serena Ramzy, Rakia, Aida Nour.  Mi sono esibita sui palcoscenici più famosi, in Italia ed all’estero sia in piazza che nelle trasmissioni televisive Rai e Mediaset.

l tuo sogno di donna.

Nel punto in cui sono il mio sogno è già realtà. In primo luogo, l’essere madre: ho tre figlie meravigliose. Poi mi sto realizzando professionalmente come ballerina e come insegnante.

l tuo abito preferito.

Nella vita quotidiana vesto  t shert  e  blu jeans, ma l’abito che amo è quello da odalisca, sono sempre alla ricerca del più particolare.

Te e la danza del ventre.

La danza del ventre mi ha permesso di ritrovare la mia identità femminile oltre al benessere fisico e mentale. Non saprei vivere senza la danza. La vera danza del ventre è un’esaltazione al bello, al femminile ed al mistero che la donna incarna. La danza del ventre celebra da settemila anni un rituale di culto agli Dei; è una delle più antiche forme di espressione in uno spettacolo magico ed indimenticabile. Negli harem orientali le donne ballavano per la gioia del proprio corpo e per la voglia di parlare. Movimenti sinuosi, rotondi, a volte scattanti. Il busto s’inarca, il bacino è in primo piano. E si ha una nuova percezione di sé. Tutti i benefici di un ritmo che è l’essenza stessa al femminile.

Il tuo progetto professionale e la tua scuola di danza.

Desidero portare la mia scuola Vento d’Oriente di Samara Rita, via Grotta di Gregna, 82/a - Roma (http://www.facebook.com/samara.rita.71 ) ad alti livelli. Lezioni, Stages per l’approfondimento degli stili di danza mediorientale, una disciplina  antica  e misteriosa, un percorso artistico che conduce la donna a riscoprire la propria femminilità, le consente di ristabilire il proprio benessere fisico e di vivere con passione.

Ho fondato e dirigo Vento d’Oriente:  è il nome della scuola ed anche il nome del gruppo con il quale mi esibisco. Come formazione di ballo, propone uno spettacolo di danze caratteristiche orientali che rappresentano le varie regioni egiziane del Nord  e del sud passando per l’esperienza urbana della danza orientale. Il gruppo di danza vanta numerose presenze in Festival Nazionali ed Internazionali oltre che ad essere sempre il fiore all’occhiello delle feste organizzate dal Consolato Arabo.

L’integrazione con il mondo musulmano.

Considero l’Egitto la mia seconda patria. A parte i miei continui viaggi per lavoro che molto spesso mi conducono in terra egiziana, anche qui in Italia vivo tra molti cittadini di nazionalità egiziana, condividendo con loro soprattutto momenti gioiosi come feste, matrimoni, etc. Attorno alla mia scuola di danza del ventre e folklore arabo egiziano, si creano spesso momenti di grande integrazione culturale e sociale.

Un consiglio per le ragazze che vogliono seguire la tu strada.

Decisamente consiglio di praticare questa disciplina, che mi ha dato tanto,  perché alla base di tutto c’è una ginnastica dolce e completa che insegna non solo come muovere il bacino ma tutte le parti del proprio corpo dando un ottimo controllo alla muscolatura , compresa quella che molte donne non sanno dia avere. Si ritrova la corretta postura della colonna vertebrale, tonicità, sensualità. Non è richiesta nessuna preparazione o attitudine specifica, non occorre una corporatura particolare e non ci sono limiti di età.

Pubblicato: 19/08/2012
Share:


Ultime interviste